Il messaggio di Blade Runner 2049 per Tech Bros

(Spoiler di seguito)

Non sono stati molti i momenti in cui Bley Runner 2049 , visivamente sbalorditivo, di Ridley Scott, ha riso il pubblico del mio spettacolo serale esaurito. Ma ho sentito parecchie donne ridacchiare, me compreso, quando Joi ha fatto la sua prima apparizione. L’ho visto arrivare quasi immediatamente. Il suo tono piacevole e calmo si accoppiava con gli alloggi di merda, orribilmente insicuri; il modo in cui la macchina fotografica è rimasta concentrata sull’agente Gosling K per tutto il tempo mentre si muoveva attraverso il piccolo spazio parlando con “lei” mentre lei pappagrava il caratteristico scherzo della casalinga degli anni ’50 – chiedendo della sua giornata, assicurandogli che la cena sarà quasi pronta, mai una volta perso pura devozione nella sua cadenza. È stato allestito per la rivelazione del braccio meccanico montato sul soffitto che ha fatto battere le palpebre la bella creatura simile a una donna che è diventata uno dei principali personaggi femminili del film. Immagino che nel prossimo futuro, le nostre rilassanti aiutanti tecnologiche con voce femminile avranno forme femminili olografiche che possono cambiare a piacimento abiti e acconciature. Neat?

Ovviamente Joi è tutt’altro che l’unica macchina di Blade Runner 2049 . Anche la K di Gosling non è umana. Interpreta un detective replicante che lavora come corridore di lame, dando la caccia a versioni illegali di modelli obsoleti di replicanti in fuga. La trama principale del film ruota attorno a lui scoprendo accidentalmente qualcosa che non dovrebbe essere possibile, un bambino nato da un replicante. Jared Leto è il cattivo del film, Niander Wallace, che tra gli eventi del film precedente e il 2049 acquistò ciò che restava di Tyrell Corp e convinse i replicanti del mondo di essere al sicuro in modo che potesse rinnovare il marchio e ricominciare la produzione. Ops.

Per tutto il film – che è stato progettato magnificamente e girato magnificamente – vediamo il tipo di tecnologia avanzata che abbiamo intravisto nell’originale Blade Runner . Le pubblicità giganti in 3D per Coca-Cola e Atari (che mi richiamano mi hanno fatto sorridere) e le donne lussuriose olografiche di dimensioni di grattacieli sono onnipresenti. Le macchine volano, ovviamente. Perfino gli uffici DAPD con la loro terribile sicurezza dispongono di monitor per computer a scansione facciale, il che significa che entro il 2049 tutti li stanno usando. Uno dei miei pezzi di tecnologia preferiti in mostra erano gli splendidi imager di scansione a forma di pesce che Wallace utilizzava per “vedere” i replicanti appena nati.

Nel corto pubblicato prima di Blade Runner nel 2049 Niander Wallace di Jared Leto, che nel film è cieco, definisce la sua disabilità una “afflizione”. Mettendo da parte l’abilità per un minuto, che lascerò a qualcuno al di fuori del mondo visivo, è Colpendo che qualcuno dei mezzi di Mr. Wallace in questo universo sarebbe ancora cieco. Possiede i diritti di tutti i replicanti del mondo, macchine così umane come l’unico modo per distinguere i numeri di serie impressi nel bianco dei loro occhi. Eppure non c’è ancora un progresso medico per risolvere il problema che, nelle sue parole, lo sta affliggendo. Sono piuttosto scioccato dal fatto che l’industria della salute non abbia capito come usare gli occhi replicanti come donatori per qualcuno nelle condizioni di Mr. Wallaces.

Quando arriviamo al culmine del film, in cui il detective K scende nella terra desolata simile a Marte che una volta era la versione di Las Vegas del Blade Runner 2049 prima che scoppiasse una bomba sporca, qualcosa mi divenne chiaro.

Questa è stata la distopia che ottieni quando tutta la tua tecnologia è creata dagli uomini.

(Questo si è solidificato proprio sul punto in cui Ryan Gosling ha camminato sotto la sua SECONDA coppia di tette giganti in questo film.) Ho solo scosso la testa, perché mi piaceva davvero il film, ma come donna che lavora nel settore IT ne avevo così tanti domande.

Piace; non c’è femminismo in futuro? Sono sicuro che le persone risponderanno (come hanno fatto immensamente su Twitter quando ho sollevato alcune di queste domande) che il capo del detective K era una donna. Una donna umana . Non posso essere l’unico che si perde per il fatto che il tenente Joshi di Robin Wright è stato scritto per essere terribile nel suo lavoro, a differenza degli uomini che lavorano sotto di lei. Era anche sessualmente aggressiva nei confronti di un subordinato e poteva essere uccisa nel suo ufficio senza che nessuno venisse in suo aiuto. Questo per quanto riguarda la sottile linea blu.

Con tutte queste gigantesche pubblicità di nudo di Joi che balla in giro per la strada, come dipendente di tecnologia e consumatore, sono curioso di sapere se … sono stati sviluppati Joe? Le donne umane non hanno soldi nel futuro di Ridley Scott? Sappiamo che esistono ancora donne umane e che i bambini possono essere fatti alla vecchia maniera, perché vediamo il detective K visitare un orfanotrofio orribile situato proprio nella mostruosa discarica di Los Angeles. Perché questo non è mai stato affrontato? Era più sensato che le pubblicità fossero orribili sessiste nell’originale Blade Runner , immagino. Ma dove erano le donne consumatrici tecnologiche in questo universo?

Questo è ciò che mi ha infastidito di più della splendida distopia avanzata creata da Ridley Scott e dal regista Denis Villeneuve, che ha anche diretto l’ arrivo . È che a quanto pare non abbiamo imparato nulla entro il 2049. L’industria tecnologica è ancora dominata dagli uomini (Tyrell, Wallace, Zuckerberg, Dorsey, Armstrong, Spiegel); ossessionato dall’idea di “inventare” gadget incessanti invece di mettere insieme le loro infinite risorse per risolvere problemi reali come la povertà che abbiamo visto negli orfanotrofi, nelle discariche, nelle strade sovraffollate e nel corridoio dell’edificio del detective K; e non vede le donne come persone, ma piuttosto macchine per cucinare, pulire e fare sesso. Tutta quella meravigliosa tecnologia è appena sprecata . Sì, è una distopia. Ma nessuno sembra rendersi conto del legame tra sessismo e miseria. Quanto sarebbe meglio se lo facessero?

Mi chiedo come sarebbe il film se non fosse stato scritto da due uomini e diretto da un uomo. Se l’industria cinematografica e quella tecnologica avessero più donne che offrivano la loro visione dalla sala del consiglio e dalle sedie da regista.

Allo stato attuale, Blade Runner 2049 è un avvertimento per l’industria tecnologica, e in particolare per i fratelli tecnologici. Quando non apprezzi le donne, finisci con un mondo in cui l’unica opzione è che le donne si ribellino al sistema progettato per ingabbiarle. E quel mondo è quello in cui tutti soffriamo.