Ho trovato un romanzo erotico scritto a mano del 1949 nella mia soffitta … e queste sono le prime 3 pagine.

Pagina 1

Karlskrona, 18.9-1949

Cara Maja!

Una volta ci siamo promessi che uno di noi che per primo risolve il mistero dell’uomo e del rapporto sessuale, avrebbe dovuto parlarne con l’altro, senza nascondere nulla. Quindi, per favore, non tenerlo contro di me, che ora sto scrivendo tutto quello che è successo.

Come sai, dovevo andare al Grand Hotel e lì ho una stanza al terzo piano. Accanto alla mia stanza ce n’era un’altra, che era ancora disponibile e più grande della mia. In uno più piccolo viveva un giovane, che incontravo spesso nel corridoio e nella hall.

Come buoni amici, ci salutammo e lui si presentò. Era uno studente e si chiamava Axel. Una sera tornammo a casa allo stesso tempo. È stato…

Pagina 2

… mi sono vestita e mi hanno offerto dei dolci, e ho avuto difficoltà a lasciarlo quando siamo rimasti fuori dalla mia stanza e abbiamo parlato. Alla fine gli strinsi la mano e dissi buonanotte. Mi ha tenuto per molto tempo la mano nella sua e mi ha guardato. Aveva uno sguardo strano negli occhi, mi mise un braccio attorno al collo e mi baciò a lungo e selvaggiamente, come non sono mai stato baciato prima. Mi sono spaventato così tanto, mi sono liberato e sono corso nella mia stanza senza dire una parola. Mi sono seduto lì, stranamente scioccato. Avevo paura di lui, ma allo stesso tempo lo desideravo. Alla fine sono andato a letto, ma senza riuscire a dormire.

Dopo aver mentito lì per un po ‘, ho sentito delle voci nel corridoio. Ho riconosciuto l’addetto alla reception quando ha detto: “Eccone uno che dovrebbe adattarsi al gentiluomo”. Quindi ha diretto un uomo e una donna nella stanza più grande.

Attraverso il muro sottile ho sentito …

Pagina 3

… le loro voci chiaramente.

Sembravano divertirsi molto e presto i suoni lo confermarono. Dato che non riuscivo a dormire lì sdraiato ad ascoltarli, uscii nel corridoio, indossando solo un lenzuolo. Attraverso la porta, ho potuto sentire ogni parola della loro conversazione. Stava leggendo una lunga poesia e ogni parola mi faceva arrossire su tutto il corpo. Li ho sentiti baciarsi e poi ho pensato al buco della serratura. Attraverso questo ho visto qualcosa che ha risvegliato la mia cattiveria.

Era completamente nudo e su di lui sedeva una deliziosa ragazza con le braccia intorno al collo. Aveva circa la mia età e era nudo, tranne che per le sue calze. La baciò e si chinò sul gusto del suo seno.

Gli mise le mani tra le gambe e sono sicuro che capisci per cosa le stava usando. Non riuscivo a vederlo, dato che lei aveva …