An English Country Garden – Evoluzione di un travestito – Parte 4

“Chi ha paura del lupo cattivo?” Dice la canzone dei bambini. I tre porcellini non sarebbero durati a lungo oggi, mi dispiace dirlo. Sarebbero nell’affettatrice della pancetta più velocemente di quanto tu possa dire ‘Sbuffo e sbuffo e farò saltare in aria la tua casa. ”Ci sono grossi lupi cattivi in ​​agguato.

Non è bello essere colui che vede è il lupo. Non è bello essere colui che sente paura. Tranne il fatto che è forse proprio quella stessa paura che ti tiene in vita. Almeno, è quello a cui penso in quei tempi bui quando sono perseguitato da alcuni ricordi spiacevoli dell’Africa degli anni Novanta. Il mio istinto mi ha salvato più di una volta.

Dopo che Shannon aveva avuto la sua esperienza di gruppo sessuale, e io avevo reagito piuttosto male al riguardo, ci eravamo trasferiti in un luogo di inquieta accettazione, come avevo concordato, ok – ci lavoravo. “In questo caso” sono state le mie reazioni a qualcosa che semplicemente non sembrava giusto. È una cosa così piccola, vero?

Non mi sembrava giusto. Bene, prendi il tuo cappello duro e vediamo cosa è successo dopo.

+++

È successo che in quel periodo stavo spostando gli appartamenti. È sempre un momento stressante, tuttavia le molte cose che dovevano essere fatte mi tenevano sicuramente occupato. Una sera tardi mi sono ritrovato nel seminterrato del condominio da cui mi stavo trasferendo, e lì tra gli oggetti di mia figlia mi sono imbattuto in una scatola che era entrata nel suo deposito, ma era chiaramente una delle mie. Come ho detto in precedenza, il lavoro sulla stampa aveva avuto un prezzo emotivo elevato. Molti anni di lavoro in Africa sono stati meravigliosi, ma è un fatto triste che molti matrimoni che funzionano molto bene in Africa falliscano quando la coppia ritorna alla vita prevedibile di cui godiamo in Occidente. In effetti, il mio matrimonio ha iniziato a vacillare e poi gradualmente è andato in pezzi alcuni anni dopo il ritorno negli Stati Uniti. Nel frattempo, molti dei miei averi sono andati persi o, nel caso delle mie fotografie, bruciati da un ex appassionato. Una madre meravigliosa, ha sicuramente fatto le cose con stile!

Non sapevo, mia figlia aveva salvato una piccola raccolta di fotografie. Quando, per caso, mi sono imbattuto in loro a tarda notte mentre mi stavo preparando a spostare le cose da un luogo di deposito a un altro è successo qualcosa di straordinario. Ero seduto sotto la lampadina nuda di una luce nell’area di immagazzinaggio fioca alle 2 del mattino, a sistemare le cose. E c’era questa scatola.

L’ho aperto, sorpreso dal fatto che qualche decina per otto fosse lì. Girando la prima foto mi sono trovato di fronte a un’immagine che avevo da tempo bandito dalla mia mente. Lì davanti a me c’era la collana del povero sfortunato disgraziato di Meadowlands, di tanti anni prima. Era come se fossi stato preso a pugni in faccia. Ho girato una seconda foto, proprio come si girano le carte dei tarocchi, per rivelare il futuro. Solo qui era il mio passato. Un passato che avevo trascorso molti anni a respingere dalla mia mente.

In quei toni monocromatici ho potuto vedere ancora una volta l’orrore di quel momento. L’esperienza è stata davvero straordinaria. In un attimo sono stato trasformato. Potevo sentire l’odore delle gomme. La mia bocca quasi assaggiava il fumo e potevo sentire il duro pavimento del Buffel sotto i miei piedi. Non mi scuso per quello che ho provato. Era la paura, l’eccitazione e il fiume tumulto di adrenalina che scorreva nelle mie vene. Il sudore mi colava lungo la schiena e il respiro era corto. Per un momento ho pensato di avere un infarto.

In quel momento fui riportato a essere quel giovane di ventisei anni, violento e arrabbiato. Quelle qualità che mi hanno servito così bene nella sopravvivenza di tempi tempestosi sono tornate su di me. La sensazione è arrivata e mi aspettavo che passasse, ma mentre guardavo le immagini è stato come se avessi aperto un floodgate. Misi via la scatola, ma le immagini non mi lasciavano in mente e invece mentre cercavo di dormire, ruotarono nella mia immaginazione, riempiendomi di terrore. Mi sono venuti in mente i nomi di amici morti da tempo. Persone che non sono tornate indietro.

Non mi ci è voluto molto per capire che avevo innescato qualcosa. Dire che sono stato sconvolto è un eufemismo orribile. Nei giorni seguenti mi ritrovai sempre più irascibile, distratto dai pensieri del passato e comportarmi come il ventisei anni che ero stato una volta. La mia mente era sconvolta e non si sarebbe sistemata. Ho iniziato a odiarmi per la mia natura fragile e insicura. Eppure, non si placherà.

Mi sono appoggiato agli amici e ho cercato di riconciliarmi, ma nulla sembrava davvero aiutare. Mia moglie ha visto il cambiamento. Si chiese cosa avrei potuto farmi. Col passare dei giorni mi chiedevo se sarei mai tornato alla persona stabilita che ero diventato nel corso degli anni. Invece, ero un agitatore di ventisei anni che camminava nel corpo di un cinquantacinque anni. Sembrava abbastanza surreale, ma più di ogni altra cosa, sembrava spaventoso.

Man mano che le cose si stabilivano in questa nuova realtà sconvolta, ho gradualmente trovato il modo di tenere le cose insieme, ma sempre sullo sfondo rimanevano la miccia corta e la calda bruciatura della rabbia.

+++

Alcune settimane dopo la diga si ruppe. Shannon e io ci eravamo incontrati per un caffè e mentre stavamo partendo disse che avrebbe incontrato un amico per un bicchiere di vino quella sera. Presi subito la bugia.

L’ho lasciato riposare per un po ‘. Un bicchiere di vino. Una cosa così piccola. Più tardi quella sera le ho mandato un messaggio e, senza risposta, si stava comportando un po ‘fuori dal personaggio. Penso che, poiché ero stressato per alcune cose, la mia mente andava in crisi. A mezzanotte i miei messaggi non avevano risposta e mi sentivo disperato. Mi sentivo perso e sapevo che qualcosa non andava. Sembra così patetico metterlo in relazione ora, ma ho potuto sentire qualcosa di molto sbagliato.

Alla fine molto tardi quella notte Shannon ha restituito i miei messaggi e mi ha suggerito di parlare. All’epoca ero a casa e ho deciso di portare a spasso il mio cane sulla spiaggia, per darmi l’opportunità di parlare liberamente con lei. Mia moglie, consapevole di essere distratta, aveva tollerato il mio temperamento rapido e i crescenti segni di stress.

Mentre camminavo il cane sulla spiaggia, Shannon mi disse rapidamente la verità. Dopotutto,

dal suo punto di vista non aveva fatto nulla di male. Aveva “bevuto un bicchiere di vino” e la situazione era diventata intima e non conosco davvero i dettagli, anche se la mia mente riempiva senza pietà le lacune. Non è irragionevole pensare che stavo creando il mio stesso veleno e ne bevessi profondamente, ma provate come potrei non potermi aiutare.

Mi ha detto che questa era una delle persone trans del gruppo sessuale a cui aveva partecipato e immediatamente sono tornato indietro con sentimenti di paura. Nella mia testa ho unito i punti. Organizzato – manipolato – controllato. Potevo vedere lampi di situazioni dalla mia mente come una raccapricciante proiezione sul mare mentre camminavo con il cane. Persone elencate in un database, informazioni condivise, obiettivi segnalati e persino la casa di Bloemfontein. Aveva indossato una bella cintura bretella, era preparata e servita come un pezzo di carne? Qual era il sistema in gioco qui? Ho provato la stessa rabbia che avevo provato a Bloemfontein e in quei momenti dolorosi sembrava tutto collegato.

“Oh, è solo una persona del gruppo. Non è niente. Voglio farlo. ”Le sue parole pungevano come l’acido mi cadeva nel cuore. Stava camminando volentieri dentro.

So che il modo più semplice per controllare qualcuno è creare l’illusione che loro stessi stiano prendendo le decisioni e guidarli più a fondo in un comportamento. È un modo comune di manipolare le persone e mentre pensano che esercitino il proprio potere, vengono facilmente trascinate nel luogo in cui il manipolatore desidera prenderle.

“Davvero, imparerai a piacerti”, diranno, mentre le catene sono dolcemente avvolte intorno alla persona, che spesso rimane beata inconsapevolmente di essere suonata. Non si rendono mai conto che esiste un sistema di dati, che le loro informazioni vengono condivise, ed è ciò che non si rendono conto che le lega sempre più strettamente, giocando sulla loro fiducia mal riposta. Pensa a come quella povera bambina di Bloemfontein si fidava di sua madre, mentre misurava la sua vita per la biancheria che veniva adattata.

“È solo una bella festa. Ti divertirai così tanto ”, le parole gocciolano come sciroppo per le giovani orecchie. “Che brava ragazza sei. Ora sei cresciuto tutto! ”

La mia mente riversò il vetriolo nel mio cervello e mi girai e mi girai e mentre Shannon dormiva profondamente, camminavo nella miseria lungo quella spiaggia piovosa nel mezzo della notte in assoluta disperazione. La mia mente riproduceva una presentazione di schizzi di sangue e degrado della mia più cara collaboratrice, mentre veniva trasformata dal mio angelo in un fallo succube.

Mentre ricordo quei momenti torturati, mi rendo conto di averci pensato molto e di averlo giocato da tutte le parti. Non mi sentivo triste per me stesso. La cosa peggiore era che sentivo che Shannon era stato infettato da questo squallido gruppetto ed era caduto sotto il loro incantesimo. Sentii che aveva permesso a questo sordido gruppo di indebolirla e diventare qualcosa di disgustoso, e il mio dolore era per il suo degrado. Il mio angelo ora era qualcosa di non solo mortale, ma repellente. Il mio dolore era per lei, non la mia perdita.

Direi anche che non si trattava di gelosia. Posso attestarlo, come sapevo dei suoi altri amanti. Senti, se sembro critico, lo ero. Sentii che aveva rotto la mia fiducia, e quando si trovava in una bugia si era gettata in questa sporcizia e ne aveva vomitato nell’anima stessa.

Sì, giudicante. E ai miei occhi in quei momenti che era la mia realtà. Era disperatamente doloroso, e non avevo un posto dove girarmi per riprendermi. Il mio più grande tesoro, così caro, era diventato un cadavere in decomposizione di quello che era stato una volta. E l’aveva fatto volentieri, attirata dalla sua stessa ricerca di qualcosa. Mi torturai con pensieri per la notte e attingendo al supporto di un amico riuscivo a parlarmi fuori da quella spiaggia. Il pensiero di spogliarmi e nuotare verso l’orizzonte mi aveva attraversato. Sono benedetto con alcuni amici, non molti, ma pochi che conoscono il mio travestimento e la mia vicinanza a Shannon. Grazie a Dio mi hanno portato fuori da quella spiaggia.

Tuttavia, non potevo sfuggire all’immaginazione. Che cosa era successo al mio angelo? Che cosa era successo al mio amico e amante?

In uno stato di completa disperazione, ho trovato un sonno adeguato, solo per incontrare l’alba con nuove paure. Nella notte ho inviato una serie di messaggi che dicevano a Shannon della ferita e del tradimento che stavo provando e le dicevo che se questa era “fiducia” non volevo nulla di tutto ciò. In un’orribile sofferenza le chiesi se la sua serata fosse “degna”. Anche adesso mi chiedo, e ci combatto. Un momento di “qualcosa” – l’inferno, non è gioia, è solo fottuto – vale la pena perdere una connessione preziosa?

Per me è stato facile. Era tutto un caso di identità sbagliata. Avevo pensato che fosse premurosa, fiduciosa e unita nel cuore del mio spirito. In quei momenti dolorosi, torcendomi nel vento all’amo del mio stesso dolore e delle mie torture immaginazioni, vidi solo un individuo corrotto che era caduto in preda alle manipolazioni organizzate di alcune persone tristi che non sapevano nulla del bellissimo amore su cui avevano distrutto le brutali coste della loro lussuria.

Così facilmente qualcosa costruito con cura, fiducia e amore può essere distrutto in inutili frammenti di nulla, solo per un po ‘di disattenzione. E in quel momento, non me ne sono reso conto, sono stato io a spezzare il nostro amore e tutto ciò che avevamo avuto.

+++

I giorni seguenti furono un periodo di orribile autodistruzione. Lo vedo adesso. Non volevo avere niente a che fare con chiunque fosse quella persona in cui avevo torto per così tanta fiducia. Ero furioso e si riversava su altri nella mia vita. Mi vergogno di dire che stavo urlando internamente in uno stato d’ira d’infanzia e riuscivo a malapena a controllarmi per la maggior parte del tempo.

Come poteva questa persona di cui avevo riposto tanta fiducia, fare questo a se stessa? Come ha potuto distruggere una persona una volta bella e diventare questa vile caricatura della femminilità, pretendendo di sostenere le libertà e i diritti personali mentre si immergeva nella sporcizia e le infettava intorno a lei. Come ha potuto farci questo?

La mia rabbia sembrava non conoscere limiti. A poco a poco scesi in un’oscura fossa di autocommiserazione e fu solo quando accadde qualcosa di importante che mi presi e fui costretto a indietreggiare e prendere fiato.

Farò del mio meglio per spiegare, e non è facile. Magari fosse semplice come dire “ho fatto un errore”. Quello che è successo è stato un momento fondamentale e uno, come tanti altri offerti da Shannon, che ha cambiato la mia vita.

+++

Shannon ha chiesto di incontrarmi in una caffetteria del quartiere. Per quanto mi riguardava, sarebbe stato un addio. E a quel ventiseienne, arrabbiato con la vita e con l’odore di bruciore in testa, era “Arrivederci, vaffanculo e vorrei non averti mai incontrato, cagna!”

Sì, lo so che sembra un po ‘duro. Mentre ci penso, non avrei mai detto parole del genere, ma la persona che ero in quel momento era pronta a farlo. Inoltre, con il senno di poi, mi rendo conto che ciò che mi stava guidando era una testa piena di rabbia e la consapevolezza che il gruppo sessuale organizzato era, nei miei pensieri tormentati, in qualche modo collegato al processo organizzato e metodico di manipolazione. Sembrava legato al bambino morto a Bloemfontein – e so che sembra tutt’altro che razionale, eppure in quei momenti di terribile agitazione questi legami sono stati forgiati come i legami di qualche orribile catena – e c’era il giovane repellente con i suoi amici che predavano le persone nel loro piccolo gruppo organizzato, distruggendo sistematicamente la vita delle giovani donne, e il mio Shannon aveva giocato proprio nelle loro mani. Tutte queste cose non correlate sembravano gelarsi insieme in un conglomerato di disastri.

Con la distanza tutto sembra così improbabile. Eppure, con una mente turbata da quelle immagini della collana e con le insicurezze rivelate da così tante dolorose associazioni, ho creato il motore più intricato con cui torturarmi. In qualche ultimo disperato tentativo, sono andato a incontrare Shannon per quello che speravo fosse l’ultima volta. La fine del dolore era tutto ciò che riuscivo a pensare. Qualunque sia il dolore che potrebbe portare alla fine della relazione, non potrebbe essere così angosciante come il dolore di guardare la mia Shannon distruggersi.

+++

Nella caffetteria mi sono seduto e ho aspettato. Quando Shannon si presentò, sembrava così combattiva e bellissima. I suoi capelli come una torcia accesa pronti ad accendere la mia follia.

Sarebbe giusto dire che ho una miccia corta, che generalmente controllo con qualche sforzo, ma in quei giorni di disperazione era diventato un innesco per capelli affilato a un filo di rasoio dai grilletti del passato. Shannon d’altra parte era lento all’ira, ma quando quella rabbia emerse Dio aiutò l’anima povera che poteva essere al centro di essa. Ed ero proprio nella linea di tiro.

Shannon ha pazientemente spiegato con forza che non era l’angelo di nessuno. In effetti la parola Angelo era quella che era stata chiamata da suo padre, che l’aveva tradita e abbandonata. Non era l’angelo di nessuno – perché non era di proprietà di nessuno. Nessuno l’avrebbe mai posseduta, e lei aveva trascorso la vita a trovare la forza per possedere se stessa ed essere orgogliosa di quella indipendenza. Spiegò che lungi dal tradirmi stava semplicemente esercitando alcuni dei suoi desideri, proprio come facevo quando mi vestivo. Aveva custodito la mia fiducia con amore e cura e lo avrebbe sempre fatto.

Mi ha detto che se avessi letto male qualcosa, non sarebbe stato un suo errore e non avrebbe avuto alcun intento crudele. Ha sottolineato che mentre io avevo accumulato vetriolo su di lei e le avevo posto le mie parole come altri in passato, erano il mio stesso veleno e riflettevano solo il mio dolore. Era la “mia” esperienza a farmi del male, non quello che mi aveva portato.

Certo, era arrabbiata e ho iniziato a rendermi conto che mentre il mio dolore era reale, era mio. Non avevo il diritto di darglielo. Se c’era un tradimento, era qualcosa che avevo fatto a me stesso. Ripensandoci ora, con una certa distanza, sembra facile capire quanto avesse ragione.

Non potrei mai possederla. In effetti, la sua libertà e indipendenza erano le cose che amavo di più di lei. Ha anche sottolineato che in tutti quei momenti della mia rabbia era stata lei a cercare di calmarmi e dirmi che non mi aveva lasciato affatto. È stata la mia rabbia che ha accumulato benzina sulle mie stesse emozioni e mi ha bruciato in modo orribile.

E lei aveva ragione.

In quei momenti il ​​dolore di quei giorni angosciati sembrava placarsi all’improvviso. I sentimenti innescati dalle immagini delle collane sembravano liberarmi improvvisamente. Quel giovane combattente arrabbiato, sbiadito come se fosse stato azionato un interruttore, e la pietosa morte del bambino a Bloemfontein svanì dall’interno dei miei occhi. Invece le lacrime sgorgarono dentro di me e si scatenarono in un’esplosione d’amore che difficilmente potevo mostrare a Shannon che avevo talmente disperatamente torto con le mie parole e la mia rabbia, per la vergogna che provavo dentro. Mentre se ne andava, mi sono seduto umiliato e mi sento come un bambino sciocco.

Mentre guardavo i suoi passi sfuggenti, una volta per tutte mi sono sentito chiudere il cancello del Giardino inglese in campagna. Le credenze e gli strumenti del mio passato sono stati finalmente stabiliti e quei terribili sentimenti di disgregazione e rabbia sono svaniti.

+++

Era tutto vero. Le mie scelte di vestire sono le mie. La mia scelta di condividerlo con un amico fidato, un amante e un partner appassionato sono le mie responsabilità. Sono miei da dare, miei da provare gioia e, talvolta, da rimpiangere.

Se scelgo di condividere queste cose, lo faccio con gentilezza. E chiunque abbia mai scelto di condividere queste cose con se stesso avrà i propri desideri, che li rendono ciò che sono. Mentre onoro coloro con cui condivido questa parte molto preziosa della mia vita, anche loro hanno il diritto di scegliere con chi condividono i propri desideri. Devo rispettarlo, poiché hanno rispettato la mia fiducia.

Non è facile. Non è pensato per essere. Se non avesse importanza, sarebbe semplice. Tuttavia, importa, e proprio per questo è una cosa di bellezza e meraviglia. Shannon ha impiegato ogni passo di questo viaggio torturato per capirlo.

Mentre mi ero concentrato su quanto mi fidi di Shannon e mi rendevo vulnerabile a lei, avevo trascurato il fatto che a modo suo si era resa ugualmente vulnerabile nei miei confronti. Avevo visto con gli occhi forgiati in un forno progettato per un mondo molto diverso e, sebbene ciò possa essere vero, non è una scusa.

Shannon mi ha insegnato una lezione preziosa non solo sul travestimento ed erotico

amore, ma anche sulla vita. Il mio percorso ora è molto chiaro. Mentre posso prendere i miei valori e rimodellarli, è altrettanto importante rispettare i valori degli altri e onorarli.

Shannon non sta bene. Ogni giorno affronta la prospettiva di essere eventualmente legata alla sedia a rotelle in pochi mesi. Se sceglie di esplorare alcune cose che trovo difficili, alla luce della sua esperienza di vita, è perfettamente ragionevole perché quelle opzioni potrebbero non esistere nemmeno nel suo futuro. Chi sono io per negare quei desideri? Se ho bisogno di dimostrare il mio amore per lei, è nella comprensione di questo.

Possiedo solo me stesso. E se voglio davvero rendere il mondo un posto migliore, è solo cambiando me stesso che posso farlo.

Allora, dov’è Dio in questo? Penso che la risposta sia che Shannon mi ha insegnato quello che dovevo imparare. E nel frattempo, mi ha insegnato un’altra lezione; perdono. È quasi al di là di immaginare che lei potesse prendere il mio abuso, qualcosa per cui ha vissuto la sua vita combattendo per se stessa e per gli altri e trasformandola in cura e amore nella forma più gentile. Dio è lì sotto forma di perdono e gentilezza. Questo angelo – non mio, ma qui per benedirmi comunque – è apparso nella forma di una lesbica per un uomo travestito che trova la sua strada. No, questa non è l’immagine di un angelo della mia infanzia.

E continua a guidare, condividere e illuminare la mia vita. Ha liberato Julius del suo dolore e Juliet è emersa una persona più felice e comprensiva.